domenica 31 maggio 2015

Il pozzo miracoloso di San Nicomede





Il 1 giugno è festa patronale nella pieve di San Nicomede nei pressi di Salsomaggiore Terme, una chiesetta che attraverso le sue fasi costruttive ci riporta indietro nel tempo.




Facciata e campanile sono frutto di restauri novecenteschi, ma ciottoli e mattoni della parte inferiore della muratura risalgono a un edificio pre-romanico del IX secolo sopra il quale venne innalzata la chiesa.




Il cuore del luogo sacro è la cripta con volte in mattone e colonne di epoca longobarda e romana. La cripta custodisce un pozzo la cui acqua sarebbe stata resa miracolosa dalle reliquie di San Nicomede che il Vescovo Vibodo portò qui da Roma nell’876. I profondi solchi nella vera da pozzo testimoniano la devozione che per secoli ha richiamato i pellegrini: chi soffriva di mal di testa raggiungeva la pieve portando un sasso sulla testa per attingere l’acqua dal pozzo e invocare la guarigione. Probabilmente però la fede nelle proprietà taumaturgiche dell’acqua ancora presente nel pozzo affonda le sue radici in antichi culti pagani legati alle acque.


Questa è uno dei tanti luoghi affascinanti nelle vicinanze di Parma che risalgono al Medioevo; per restare in tema vi rimando all’itinerario Per antichi cammini in Un territorio da scoprire.

Contattatemi per visite guidate a Parma e dintorni.



Nessun commento:

Posta un commento